Io e Neness – Neness and I

Sono nata nel 1976 in Lomellina, che è quella parte di pianura padana famosa per le zanzare e la nebbia. Sono cresciuta in un piccolo paesino sognando le grandi metropoli, New York, Londra. Intanto viaggiavo sui libri, ero sempre più affamata di letture che potessero soddisfare il mio gusto e appassionarmi con nuovi personaggi. A volte però terminavo i libri stizzita, pensando “questo lo potrei scrivere anch’io!”. Ho provato mille volte a iniziare a scrivere un libro vero e proprio, ma non trovavo il giusto filo conduttore. Sono sempre stata affascinata dalle storie con un grande amore, di quelli che non ti fanno dormire la notte, o che si ritrovano dopo decenni, o che ti complicano la vita.  Ho visitato per caso il sito della scrittrice Lisa Genova e c’è una parte chiamata regole per scrivere un libro. Dopo i soliti consigli come spegnere il telefono, dedicarsi, ecc, è arrivata una frase che è stata come un elettroshock:

Un giorno sarai morta, scrivilo ora.”

La struttura del libro è stata messa insieme davanti a un paio di bottiglie di buon prosecco e in compagnia di un amico fidato che poi mi ha supportata e sopportata per l’anno e mezzo che ho impiegato a scrivere “Neness”, commuovendosi, arrabbiandosi, facendo sempre il tifo per me. Grazie Robert, sei stato unico e indispensabile! Sono felice perché ho provato a me stessa che sono in grado di scrivere un libro, di iniziare e portare a termine un progetto. Sono felice perché le persone che lo hanno letto hanno avuto sempre parole entusiaste. “Neness” parla di vita normale, una ragazza italiana che vive a Londra e che gestisce un’enoteca, i suoi amori, le amicizie, le speranze, le paure. Sono argomenti che trattiamo tutti i giorni, sono le cose della vita, in cui chiunque ci si può immedesimare. Sono speciali perché ognuno di noi è unico e irripetibile e ovviamente Neness lo è in modo particolare: forte e fragile, disinibita e rispettosa, passionale e amorevole.

Grazie a chiunque di voi lo leggerà, spero sinceramente che vi appassioni.

I was born in 1976 in Lomellina, the part of Italy famous for mosquitos and fog. I grew up in a small village dreaming of the big cities, New York, London. In the meantime, I was travelling with books, hungrier and hungrier for passionate readings and new characters. Sometimes when finishing a book, I was a bit upset, thinking ” I could write this!”. I tried many times to start a real book, but I could never find a plot.I always enjoyed stories with a big love that does not let you sleep, love that comes back after ages, love that troubles your life. I visited by chance the website of the writer Lisa Genova, there is a section called “ten rules of writing”. After the usual rules, the last one stroke me like an electroshock: 

“You’re going to be dead someday, write it now”.

The plot of my book came to life in front of a couple of bottles of good prosecco, with a faithful friend who supported me for the year and a half of writing, getting moved or angry, always rooting for me. Thank you Robert, you are unique. I am happy because I proved to myself I could do this, I could start and finish a project. I am happy because my few readers are enthusiastic. “Nenèss” is about regular life, an italian girl living in London, running a wine shop, love, friendship, hopes, fears. It’s everyday regular life where you can identify yourself. It’s special life, because each one of us is unique, and obviosly Nenèss especially: strong and fragile, free and respectful, passionate and caring. 

Thank you to anyone who will read my book, I really hope you’ll love it!